L'amministrazione avvia "Quartieri Puliti". E la differenziata supera il 48%

L'amministrazione avvia "Quartieri Puliti". E la differenziata supera il 48%
03 Nov

L'amministrazione avvia "Quartieri Puliti". E la differenziata supera il 48%

L’iniziativa presentata quest’oggi dall’amministrazione comunale e dalla ditta Monteco: e intanto dall’Ispra arrivano i dati sulla differenziata in crescita.

L'amministrazione comunale di Lecce, in collaborazione con Monteco, avvierà a partire da sabato 4 novembre “Quartieri Puliti – curiamo insieme la città”, un’ iniziativa che il sindaco Carlo Salvemini definisce “ordinaria ma che assume il carattere di straordinaria” e che prevede la pulizia di strade, piazzette, vie di numerosi rioni della città nei quale le esigenze di decoro urbano non risultano sufficientemente soddisfatte dalle previsioni effettuate nel capitolato d'appalto sottoscritto con la ditta che gestisce il servizio di igiene urbana.

Zone nelle quali non per responsabilità dell'azienda ma per la carenza delle previsioni riportate nel capitolato sono più evidenti fenomeni di trascuratezza, accumulo di rifiuti, degrado dello spazio pubblico. L'iniziativa è stata presentata oggi in conferenza stampa dal sindaco, dall'assessore all'Ambiente Carlo Mignone e dalla responsabile relazioni esterne di Monteco Angela Albanese. Presenti anche il dirigente del settore Ambiente del Comune di Lecce Fernando Bonocuore e il Direttore dell'esecuzione del contratto di raccolta del rifiuto solido urbano differenziato Renato Brunetti.

Il primo rione interessato da “Quartieri Puliti” sarà San Pio. Qui dalle 05:30 e per tutta la mattinata della giornata di sabato, con un impiego “straordinario” di mezzi e uomini, la ditta Monteco effettuerà diversi interventi di ripristino del decoro urbano. Si partirà dalla rimozione dei cumuli di rifiuti abbandonati per strada per poi procedere allo spazzamento meccanico e alla pulizia delle strade.

Le strade interessate, su alcune delle quali sarà comunicato per tempo il divieto di sosta temporaneo dalla serata precedente, per consentire il passaggio dei mezzi meccanici, saranno: Via De Jacobis, Via De Angelis, Via Colaci, Via Toma (da Piazza San Pio a Via Reale), Via Fulcignano Casale, Via Monte Sabotino, Via Redipuglia, Via Carlo Alberto Dalla Chiesa, Via De Nicola, Via Perotti, Via Udine, Via Trieste, Via Gorizia, Via Salvemini, Via Di Vereto, Via di Vaste, Via Pappacoda, Via Sozy Carafa (da Via Reale via Pozzuolo), Via Casavola, Via Flascassovitti, Via Fiume, Via Ettore D'Amore, Via Di Castri, Via Cesari, Via Diaz, Via Birago (da Viale della Repubblica a Via Fiume).

Accanto all'intervento diretto dell'azienda, il Comune e Monteco invitano i cittadini volontari, residenti nel quartiere e non, a rimboccarsi le maniche e procedere, con il supporto dell'azienda, che distribuirà guanti, sacchetti e utensili, alla pulizia di piazzette e aree a verde. In particolare il parco della Chiesetta Balsamo e l'area interna al complesso delle case popolari di via Toma. Nei giorni scorsi sono già state sensibilizzate scuole, parrocchie e associazioni e si invitano i cittadini a partecipare spontaneamente. L'appuntamento è fissato per le ore 9 nella piazzetta antistante la Chiesa di San Pio.

“Vogliamo chiamare la cittadinanza a un impegno condiviso – dichiara il sindaco Salvemini – che ha per noi un significato evidente: ribadire che l'impegno per una città pulita deve essere dell'azienda concessionaria del servizio ma risiedere anche in comportamenti più virtuosamente civici dei cittadini che abitano i rioni, e di tutti coloro che sentono Lecce propria, indipendentemente da dove risiedono”.

Dopo San Pio, l'11 novembre sarà la volta del quartiere San Giovanni Battista, il 18 novembre San Massimiliano Kolbe, il 25 novembre San Sabino, poi via via, ogni sabato, Santa Rosa, il Quartiere Leuca, San Ligorio, Tempi Nuovi, Borgo San Nicola, Villa Convento, Casermette, Aria Sana, via Vecchia San Pietro in Lama, Via Adriatica.

Presente in conferenza stampa anche la responsabile delle relazioni esterne di Monteco srl Angela Albanese, la quale ha ribadito l'impegno dell'azienda per la diffusione di una migliore cultura del rispetto del decoro urbano: “Il messaggio che vogliamo lanciare è: comportiamoci fuori di casa come ci comportiamo privatamente, cominciamo a pensare al nostro territorio e agli spazi comuni come al prolungamento della nostra casa”. Per migliorare il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani differenziati Monteco ha inoltre informato che dalle 7.30 del mattino di sabato rimuoverà i carrellati in dotazione ai condomini del quartiere San Pio, per concedere a tutte le famiglie il kit con le pattumelle e le buste.

E proprio in queste ore il Dipartimento Opere Pubbliche Ecologia e Paesaggio della Regione Puglia ha trasmesso le percentuali di raccolta differenziata dei comuni aggiornata al 30 settembre 2017: secondo i dati, la città di Lecce raggiunge il 48,53% di raccolta differenziata, registrando un aumento di 24 punti percentuali rispetto allo scorso anno.

"Nell'ultimo rapporto "Rifiuti urbani" riferito all'anno 2016, pubblicato martedì scorso dall'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale – dichiara l'assessore all'Ambiente Carlo Mignone - l'intero Mezzogiorno appare in forte ritardo rispetto alla raccolta differenziata. In particolare, secondo lo stesso rapporto, la provincia di Lecce è una delle meno virtuose e la città capoluogo registra nel 2016 una percentuale di raccolta differenziata del 24%. Oggi, la notizia che giunge dalla Regione Puglia ci parla di un balzo notevole, giacché la nostra città, in un solo anno, raddoppia la sua capacità di differenziare. Questo stacco è evidente negli ultimi sei mesi ed è stato certamente possibile grazie all'individuazione di un impianto recettore dove conferire stabilmente l'umido, sottraendoci alle incertezze dettate dalla carenza dell'impiantistica regionale. Siamo sulla buona strada e contiamo, entro la fine dell'anno, di superare la soglia del 50% ".

Fonte: leccesette.it